Latest News

Type what you are searching for:

Registrati alla nostra Newsletter!

così da rimanere aggiornato/a su tutti i nostri Eventi ed News

Cliccando il pulsante Invia Accetti - I dati forniti con il seguente modulo saranno trattati nel rispetto del D.Lgs 196/2003.

Mondiale Motocross in Olanda per I-Fly JK Yamaha Racing : Cuore e coraggio non sono mancati ma quella sabbia era davvero insidiosa – JK RACING MX
3403
post-template-default,single,single-post,postid-3403,single-format-standard,qode-core-1.1.1,suprema-ver-1.6,qodef-smooth-scroll,qodef-preloading-effect,qodef-mimic-ajax,qodef-smooth-page-transitions,qodef-blog-installed,qodef-header-standard,qodef-sticky-header-on-scroll-up,qodef-default-mobile-header,qodef-sticky-up-mobile-header,qodef-dropdown-animate-height,qodef-fullscreen-search,qodef-search-fade,qodef-side-menu-slide-with-content,qodef-width-470,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Mondiale Motocross in Olanda per I-Fly JK Yamaha Racing : Cuore e coraggio non sono mancati ma quella sabbia era davvero insidiosa

Mondiale Motocross in Olanda per I-Fly JK Yamaha Racing : Cuore e coraggio non sono mancati ma quella sabbia era davvero insidiosa

Pieve a Nievole (PT), 29 agosto 2016 – Nonostante la bellissima atmosfera presente sullo storico Dutch TT Circuit di Assen, in Olanda, dove si è svolta questo weekend la sedicesima e terzultima prova del Campionato Mondiale Motocross, il tempo, anzi il maltempo della domenica ha caratterizzato non solo le condizioni climatiche ma anche del sabbioso terreno di gara, condizionando persino il rendimento di alcuni top rider.

La prestazione dei piloti I-Fly JK Yamaha Racing non è stata delle più esaltanti ma ad Assen, sede di questo round iridato, non è certo stata una passeggiata.

Sabbia insidiosissima e appesantita dalla pioggia che in alcuni tratti neppure il terreno riusciva a drenare, questo il mix olandese, un banco di prova duro e impegnativo per i tre piloti del team di Riccardo Boschi che certamente non si sono tirati indietro.

Nella classe regina, la MXGP, sia il belga Jeffrey Dewulf (Yamaha) che il britannico Alex Snow (Yamaha) hanno dato il massimo per raggiungere e agguantare la zona punti ma una buona dose di sfortuna e uno scarso feeling con il terreno non hanno permesso di raggiungere le posizioni sperate, seppur di poco.

Anche l’inglese Amie Goodlad (Yamaha) non ha brillato come sperava nel Fim Womens Motocross World Championship, anche se ha lottato come una leonessa fino alla fine ottenendo un 21° nella prima manche del sabato mentre nella finale della domenica riusciva a migliorare sensibilmente e limitare i danni conquistando sette punti grazie al 14° posto.

Giornata no per i nostri piloti” ha commentato il team manager pievarino Riccardo Boschi. ”Cuore e coraggio non sono mancati ma quella sabbia era molto insidiosa e come molti altri abbiamo pagato per questo. Hanno avuto una giornata negativa e non sono riusciti a trovare il giusto feeling con il tracciato appesantito dalla pioggia della domenica. Archiviato il Mondiale Femminile, ora i nostri piloti sono già in viaggio per il prossimo appuntamento americano dove sabato e domenica prossimi saremo impegnati a Charlotte, North Caroline”.

Alex Snow _c (ph Adriano Dondi)

Alex Snow _c (ph Adriano Dondi)

Alex Snow _b (ph Adriano Dondi)

Alex Snow _b (ph Adriano Dondi)