Latest News

Type what you are searching for:

Registrati alla nostra Newsletter!

così da rimanere aggiornato/a su tutti i nostri Eventi ed News

Cliccando il pulsante Invia Accetti - I dati forniti con il seguente modulo saranno trattati nel rispetto del D.Lgs 196/2003.

Prova sfortunata per Coates nel MXGP del Qatar, ma domenica si replica in Thailandia – JK RACING MX
1898
post-template-default,single,single-post,postid-1898,single-format-standard,qode-core-1.1.1,suprema-ver-1.6,qodef-smooth-scroll,qodef-preloading-effect,qodef-mimic-ajax,qodef-smooth-page-transitions,qodef-blog-installed,qodef-header-standard,qodef-sticky-header-on-scroll-up,qodef-default-mobile-header,qodef-sticky-up-mobile-header,qodef-dropdown-animate-height,qodef-fullscreen-search,qodef-search-fade,qodef-side-menu-slide-with-content,qodef-width-470,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Prova sfortunata per Coates nel MXGP del Qatar, ma domenica si replica in Thailandia

Prova sfortunata per Coates nel MXGP del Qatar, ma domenica si replica in Thailandia

Paul Coates _Qatar_dPieve a Nievole (PT), 02 marzo 2015 – Ha preso il via da Losail, in Qatar, l’avventura mondiale 2015 del Team JK Racing. Il round del piccolo regno arabo si è svolto, per il terzo anno consecutivo, all’interno dell’autodromo di Losail e in notturna, sabato scorso.

Il nostro team era presente con il pilota della Florida, 19enne nato in Inghilterra, Paul Coates (Yamaha), al debutto assoluto nel combattutissimo mondiale MXGP della massima categoria dopo aver corso con successo negli anni passati nel Supercross americano.

Il giovane pilota floridian, ha subìto la pressione ma si è buttato senza timore nella mischia delle finali transitando subito in 22a posizione nella gara di avvio, ma poi una scivolata e il conseguente problema al freno lo hanno costretto al rientro ai box.
Nella seconda manche stava transitando in zona punti ma poi ha dovuto fare i conti con la rottura dei raggi della ruota anteriore, proprio come accaduto ad altri concorrenti a causa dei grandi salti presenti sul circuito.
Nel complesso, sfortuna a parte, il debutto si è rivelato positivo sotto il profilo tecnico e fisico, quindi si tratta di aspettare ancora qualche giorno e incrociare le dita per l’appuntamento del prossimo weekend con il secondo round mondiale in Thailandia, previsto nell’inedita pista di Nakhonchaisri, a una quarantina di chilometri dalla capitale Bangkok.